aniti

Cittadinanza Attiva. Lab

cittadinanza-ico
Rapporto STIGLITZ-SEN-FITOUSSI

Rapporto STIGLITZ-SEN-FITOUSSI

01.10.14, Alessia Tenuta

La commissione delinea le 12 raccomandazioni utili per descrivere il benessere in tutte le sue dimensioni.

È da tempo che si ritiene il PIL un parametro inadeguato per misurare il benessere nel tempo, in particolare nelle sue dimensioni economiche, ambientali e sociali.

Nel febbraio 2008, il Presidente della Repubblica francese, Nicholas Sarkozy, insoddisfatto dello stato attuale dei dati statistici riguardanti l'economia e la società, ha chiesto a Joseph Stiglitz (Presidente della Commissione), Amartya Sen (Consigliere) e Jean Paul Fitoussi (Coordinatore), di creare una Commissione per individuare i limiti del PIL come indicatore del progresso sociale e di considerare quali ulteriori informazioni possono essere richieste per una migliore misurazione del benessere di una società.

La Commissione, formata da economisti e scienziati sociali esperti in vari settori (dalla contabilità nazionale alle teorie economiche del cambiamento climatico) per organizzare i lavori, si è articolata in tre gruppi, concentrandosi rispettivamente su: problemi classici del PIL, qualità della vita e della sostenibilità.

Il rapporto distingue tra una valutazione della situazione di attuale benessere e una valutazione di sostenibilità, cioè se questo può durare nel tempo. Il benessere attuale riguarad sia le risorse economiche, quali il reddito, sia aspetti non economici della vita della gente (ciò che fanno e cosa possono fare, come si sentono, l'ambiente naturale in cui vivono).

Se questi livelli di benessere potranno essere sostenuti nel tempo dipende se lo stock di capitale importante per la nostra vita (naturale, fisico, umano, sociale) sarà passato alle generazioni future.

© 2012 Associazione ANITI - Impresa Sociale - Sede Legale Via G. Spagnolio n.30 - 89128 Reggio Calabria - Partita IVA n. 02735380806
loghi normativa