aniti
laboratori risorgimenti.lab Cittadinanza Attiva Inclusione Sociale Ambiente e Sostebibilità Scuola Cultura e Creatività Altra Economia Laboratori Territoriali Come Funziona Image Map

I Laboratori Tematici

Cittadinanza Attiva

lab 1

Cittadinanza attiva per noi significa prima di tutto prossimità: entrare in dialogo e prenderci cura di ciò e di chi ci circonda. Con questo approccio vogliamo accompagnare e sostenere con le nostre competenze i processi di Cittadinanza Attiva e di Democrazia Partecipata attraverso i Progetti di Innovazione Sociale e gli strumenti che la nostra Piattaforma offre. RisorgiMenti.Lab è uno strumento a supporto delle iniziative civiche nelle Comunità Locali, può aiutarle a migliorare la qualità delle decisioni e delle azioni delle Istituzioni, può servire a consolidare o ricostruire le relazioni di fiducia, fra Cittadini e con le Istituzioni. Un luogo di ascolto, espressione e costruzione progressiva di senso per la tua città o nella tua comunità.


Inclusione Sociale

lab 2

L'Innovazione Sociale è una etichetta che interseca diversi ambiti: economia e finanza, società, politica, cultura, tecnologia e fa riferimento a pratiche dal basso alla ricerca di soluzioni innovative ai problemi della società per fronteggiare bisogni sociali di ogni tipo, dalle condizioni di lavoro, all’educazione, alla salute, allo sviluppo delle comunità. Aniti è a fianco di chi propone la gestione partecipata delle Politiche e dei Servizi per l’Inclusione Sociale nelle comunità locali. Perciò mettiamo a disposizione delle organizzazioni del volontariato e dell’economia sociale ambienti e strumenti condivisi per promuovere, realizzare e finanziare Progetti o per Sperimentare iniziative pilota per tutte le età.


Ambiente e Sostenibilità

lab 3

L'Italia è un Paese da bonificare. Di fronte al labirinto di istituzioni e burocrazia da riformare, c’è chi non si arrende: i cittadini, i comitati e le associazioni che affermano e costruiscono nuove possibilità per la tutela di ambiente, salute e legalità. Al centro di questa passione diffusa c'è il desiderio di costruire un futuro sostenibile per i nostri figli. Con questo scopo Aniti collabora con esperienze pilota per diffondere nuovi stili di vita sostenibili nelle comunità locali; favorisce il recupero di beni pubblici o privati non utilizzati mettendo a disposizione strumenti per la loro catalogazione e per realizzare progetti partecipati di valorizzazione; promuove e sostiene forme di gestione partecipata di beni, spazi e servizi pubblici da parte di cittadini e associazioni.


lab 4

La buona scuola è fatta di tanti insegnanti che condividono la propria passione per la conoscenza fino a contagiare i più giovani alla scoperta di sé stessi e del mondo in cui vivono, nel posto dove si trovano o sulla rete Internet. Realizzare iniziative di didattica innovativa è fondamentale per migliorare l’apprendimento degli studenti e contrastare la dispersione scolastica. Migliorare la qualità dei servizi scolastici, attraverso la partecipazione diretta di docenti, studenti, famiglie e comunità locali è una opportunità che abbiamo davanti: il Laboratorio si propone di raccontare le migliori esperienze e suggerire l’apertura delle scuole ai territori, grazie a progetti pilota che vedano i giovani protagonisti.


Cultura e Creatività

lab 5

Siamo fortementi convinti che solo nuove pratiche culturali e creative possano liberare energie vitali in contrapposizione alle forti disuguaglianze create da un ventennio di economia finanziaria prevalente. Il cambiamento di rotta ci chiede di superare i modelli precedenti e trasformarli in pratiche ed emozioni basate sull’esperienza diretta. Le tecnologie disponibili ci permettono di raccogliere, produrre, integrare e fruire contenuti paesaggistici, culturali e multimediali in Digital Library territoriali e tematiche. Siamo aperti a chiunque proponga attività culturali con l’obiettivo di valorizzare il patrimonio artistico e creativo e gli spazi di produzione culturale indipendente nelle comunità locali, distribuendo gli output in circuiti regionali, nazionali e internazionali.


Altra Economia

lab 6

Ci riconosciamo nel motto Sharing is Caring, parole che vogliamo incarnare nel nostro lavoro quotidiano per Sostenere ideazione, progettazione, valutazione e finanziamento diffuso di Progetti Innovativi di Weconomy basati sulla valorizzazione di risorse culturali, ambientali, produttive e identitarie delle comunità locali. Un terreno ideale? L'Agricoltura partecipata e sostenibile che applica i modelli del Co-farming, i Gruppi di Acquisto Solidale, e la valorizzazione dei terreni incolti. Oppure le forme di ospitalità che partono dal recupero dei borghi e dei centri storici in via di spopolamento. Siamo pronti a fare Rete, condividere le proposte più convincenti e coinvolgere le comunità locali e gli ospiti - cittadini dell'altrove. Il Laboratorio è la nostra officina dell'Altra Economia.

I Laboratori Territoriali

Area del Reventino

L'area montana del Reventino, è situata nel cuore della Calabria, nella presila catanzarese, e si caratterizza per le bellezze naturalistiche e per la tradizionale laboriosità delle comunità locali che la abitano. Come tutti i territori del Mezzogiorno soffre lo spopolamento dei centri urbani con conseguente impoverimento dei servizi essenziali, ma nonostante questo l'importante tessuto sociale, che la caratterizza da sempre, ne fa ancora un'area interessante dal punto di vista dei processi partecipativi e deliberativi.

Abbiamo scelto di avviare nel territorio del Reventino un Laboratorio di Innovazione Sociale lavorando principalmente sui temi della Cittadinanza Attiva e della Sostenibilità Ambientale lasciando le porte aperte ad ulteriori ambiti applicativi. I giovani cittadini ed il recupero di beni pubblici dismessi sono il punto di partenza del percorso di coinvolgimento e partecipazione di Istituzioni, imprese, organizzazioni sociali, scuole, cittadini affinché quei boschi tra i due mari (Francesco Bevilacqua) continuino a fare da sfondo al futuro di una comunità attiva.


Area Grecanica

L'Area Grecanica, territorio dell'estremo sud della Calabria che declina dalle pendici dell'Aspromonte al mare Jonio, è una terra bellissima e unica, dove natura e cultura raccontano di una civiltà antica che si è tramandata nei secoli di famiglia in famiglia, dove nei borghi interni si parla ancora il grecanico, la lingua dei Greci di Calabria. E' una terra che non ha mai smesso di rifiorire dalle proprie radici.

Perché un Laboratorio di Innovazione Sociale nell'Area Grecanica? Perché vogliamo essere custodi di un patrimonio naturale e culturale unico, perché vogliamo fare insieme le scelte giuste per costruire una visione comune, condivisa e sostenibile del futuro e individuare i percorsi e i progetti per renderla possibile. Per questo abbiamo bisogno di ri-tessere le trame tra il nostro passato, il presente e il futuro sperimentando nuovi modelli di innovazione sociale più equi e sostenibili che hanno alla base i principi della solidarietà e della legalità. Vogliamo guardare lontano, insieme ai cittadini, alle istituzioni, alle imprese, alle associazioni, alle scuole, senza smettere di guardarci indietro.

 


Campus Arcavacata

Unical labUnical lab-2

Come si svolge una normale giornata all'università? Chi sono, quali sono le esperienze di vita e di lavoro di chi fornisce i servizi, studia, fa didattica o ricerca nel campus di Arcavacata di Rende? Ci siamo fatti queste domande e le abbiamo poste a un gruppo numeroso di discenti, docenti e altro personale della cittadella dello studio per far emergere i desideri a portata di mano o problemi che è possibile affrontare insieme. Un percorso di ricerca, diventato apprendimento collettivo orientato al fare e definizione partecipata di obiettivi, azioni, progetti.

Un confronto aperto che ha coinvolto anche diverse associazioni del territorio e che non smette di arricchirsi di nuovi contributi ed esperienze. Ciascuna attività del Laboratorio è raccontata in questo ambiente di collaborazione online che raccoglie anche i Progetti di Innovazione Sociale del Campus che adottano le Piattaforme del Progetto RisorgiMenti.Lab. Non perdere l'occasione: partecipa anche tu alla gestione degli spazi comuni del tuo campus, discuti, proponi e gestisci sempre nuove attività creative o formative in collaborazione con altri!


Area Urbana
Cosenza - Rende

Cosenza e Rende sono ormai una conurbazione. La crescita dell'Area Urbana Cosenza-Rende si è svolta all'insegna di una politica che ha inteso coniugare memoria storica e tradizioni culturali locali, modernità e processi socio-economici innovativi. Una trasformazione stimolata dalla presenza dell'Università della Calabria che ha concorso a modificare la mobilità umana locale, ha stimolato mercati e domande, ha immesso nella scena cittadina nuovi attori sociali e professionali.

L'unificazione fisica però non basta a fare una Città vera e propria. Ciò che determina il cambiamento è la disponibilità e la capacità dei soggetti pubblici e privati di costruire reti di cooperazione tra mondo scientifico, istituzioni e imprese per alimentare politiche di sviluppo locale efficaci. Il grado di maturazione della Città COsenza.REnde si misurerà sulle smart communities che si attiveranno. E' in questo contesto di Progetto di Città che nasce il Laboratorio di Innovazione Sociale dell'Area Urbana Cosenza-Rende, con lo scopo di sperimentare modelli di welfare inediti.

 


Città di Catanzaro

Bella, Gentile e Colta, Pluricentrica, Degradata, senza Visione, Frammentata, Statica. Contradditoria, questa è la città capoluogo di regione, la città dei colli e del mare, della cultura e degli artigiani che sembra avvolta dall'abbandono, complice la crisi. In questo contesto, il Laboratorio di Innovazione Sociale di Catanzaro ha come obiettivo la riattivazione delle energie positive delle cittadine e dei cittadini affinché, in rete con scuole, associazioni, imprese ed istituzioni, si sperimentino progetti volti a superare queste contraddizioni.

Trasformazione urbana partecipata e Rammendo delle Periferie, Mobilità sostenibile, Rivitalizzazione del centro storico, Dialoghi intergenerazionali sono alcuni dei tasselli di una nuova visione della città, una città bene comune e per tutti, dove ogni Catanzarese possa affermare :« Qui mi sento bene, anzi molto bene, perché è qui che è più bello vivere. Nella mia geografia ancora sta scritto che tra Catanzaro e il mare si trovano i Giardini delle Esperidi. » (George Gissing, Sulla riva dello Jonio, 1901).


Città di Reggio Calabria

"Per lunghi anni, durante i quali si è esaltato il senso dell’estraneità alla nostra storia e alla nostra cultura, non era passato nemmeno per la testa che si potessero mettere le mani sulle cose belle di Reggio. Ognuno voleva il suo pezzo e, incurante del resto, se ne impossessava. Un pò per volta, però, applicando la tecnica che si adotta nei casi in cui la rieducazione del gusto presuppone necessariamente il cambio della destinazione dell’uso dei beni pubblici, ha preso piede il programma nostro, quello nato sotto lo slogan Riprendiamoci la Città, dai marciapiedi alle piazze. Strada lunga”. In queste poche righe del compianto Prof. Italo Falcomatà, il più amato sindaco della Città, è riassunto il senso della Primavera di Reggio Calabria.

Poi ritornò per lunghi anni il buio, il cosiddetto Modello Reggio. Oggi si può ripartire, dal punto in cui il percorso è stato interrotto, con strumenti nuovi ma con gli stessi valori e tenacia di allora, per continuare a Innamorarsi di Reggio, a costruire il sogno di una Città bella, colta, solidale. Il Laboratorio di Innovazione Sociale della Città di Reggio Calabria vuole essere uno spazio di cittadinanza attiva per sperimentare nuovi e concreti modelli di smart city, di welfare urbano e di innovazione sociale.

 


Città di Rosarno

È possibile immaginare una città che diventa laboratorio di buone prassi? Una città dove azioni culturali innovative sono complementari agli strumenti dell'urbanistica pianificata ? Una città- laboratorio che rivela e aumenta le potenzialità dei luoghi e delle azioni quotidiane dei cittadini che quei luoghi abitano?

A di Città - Rosarno nasce dalla volontà di riscatto di un piccolo centro del Sud Italia, interessato negli ultimi anni da fatti di cronaca che hanno lasciato delle ferite profonde nella città, e al centro di politiche economiche errate che hanno sconvolto l'identità del territorio.

A di Città si configura come un progetto per la realizzazione di un processo di riattivazione che trasformi la cittadina calabrese in una Casa-Laboratorio dove sperimentare una nuova idea di progettazione urbana e di cultura intesa come partecipazione, coesione e innovazione sociale. Arte, Architettura, Ambiente e Agricoltura ritornano temi protagonisti delle dinamiche della città.

 

© 2012 Associazione ANITI - Impresa Sociale - Sede Legale Via G. Spagnolio n.30 - 89128 Reggio Calabria - Partita IVA n. 02735380806
loghi normativa